Facce da chef: Christian Garzia Japa

Sull’isola, per la verità, convivono le due anime, l’una intellettuale e schiva, l’altra più aperta e popolare.
Ma questa sua doppia anima la porta ad essere una naturale miscela di umanità: accanto agli isolani, che in inverno non raggiungono le duecento unità, c’è tutto uno stuolo di persone che sull’isola lavora e la raggiunge per la bella stagione.