MENU
Il mirto (a’ murtella)

Il mirto (a’ murtella)

Il mirto è una delle piante dominanti dell’isola, assieme alle altre specie della macchia alta: lentisco, leccio, ginepro e lauro. Se ne utilizzava ogni parte: i suoi rametti odorosi erano utilizzati per lavare le botti, i palmenti per preparare la vendemmia, le foglie per profumare il bucato.

Ora, però, viene raccolto soprattutto per le sue preziose bacche: raccolte tra novembre e gennaio, vengono utilizzate per produrre un liquore balsamico, antinfiammatorio, astringente.

Ingredienti per 2,5 litri:

  • 1l alcool puro
  • 400 g di mirto di ventotene
  • 1l di acqua
  • 350 g di zucchero

Lasciare le bacche di mirto in infusione nell’alcool per 40 giorni, possibilmente al buio.
Passati i 40 giorni, filtrare l’infuso eliminando le bacche.
Preparare uno sciropppo di acqua e zucchero e unirlo all’infuso di mirto.
Servire freddo.

Commenti

30 gennaio 2014

Rita

Salve Anna, sono Rita ho 52 anni a Maggio nata a Terracina ma vivo nella campagna di Latina.
Rimasta senza lavoro, ero contabile, e trasferendomi dalla città in campagna, ho cominciato ad avvicinarmi sempre di più al mondo delle API e quindi dell’apicoltura biologica il cui valore non è riconducibile esclusivamente ad un livello economico per la diretta produzione di miele e altri derivati dell’alveare; dall’azione impollinatrice svolta dalla nostra Apis mellifera ligustica Spinola dipende il successo riproduttivo della flora spontanea con un valore in termini di salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità….. portiamo le api a Ventotene ?
Un abbraccio Anna
Rita Guglietti
327 5530433

Utilizziamo cookie per darti la migliore esperienza sul nostro sito

Leggi di più OK