MENU

12 febbraio 2011

L’isola sbarca sul web

In principio c’erano una ristoratrice visionaria, un settentrionale pentito e un artigiano digitale. Li avrebbero presto seguiti una teatrante fissata con i pennuti, una forestiera impallinata, un vignettista pazzo, il mitico Satù e un affascinante barcaiolo… e ogni giorno nuovi amoventotenesi nascono e si moltiplicano.

È l’incipit di un romanzo? Un thriller? Un nuovo reality?
No, è AmoVentotene: un’avventura online per tutti coloro che provano un sentimento speciale per questa minuscola isola del mediterraneo, un legame più di cuore che di sangue.

È un progetto rivolto a tutti quelli che non sanno dove si trova Ventotene ma che non riusciranno a resistere alla tentazione di venire a visitarla.

È una dichiarazione d’amore che parte da un gruppo di ventotenesi e non, attaccati “come le patelle” a questo bellissimo scoglio, articolata in un progetto web e in una pagina Facebook in cui tutti sono ambasciatori dei tesori dell’isola: la sua naturale bellezza, l’affascinante percorso storico e il fascino della vicina Santo Stefano e del suo magnifico Carcere Borbonico.

Cuore pulsante è il web che rende l’isola meno lontana, e virale “l’infezione d’amore”. Un tempo si partiva dall’isola con il cuore infranto in attesa della prossima stagione; oggi, ogni giorno in tempo reale, una comunità ramificata in oltre 5000 persone, tra un post e un tweet, si incontra su www.amoventotene.it per vivere assieme le albe e i tramonti, il pescato del giorno, la semina e il raccolto, fatti belli e brutti, come se si finisse improvvisamente catapultati in piazza a Ventotene.

AmoVentotene offre un reale “ponte diretto” per chi decide di arrivare sull’isola per una vacanza o per un momento di riflessione e uno “virtuale” per chi non vuole perdersi in poltrona l’ultimo tramonto sul mare pontino.

Il network promuove, attraverso un invito valido 12 mesi l’anno, un turismo diverso, sostenibile e rispettoso, e la possibilità di sperimentare  anche solo per un momento, “un’altra vita”, specialmente quando l’isola dà il meglio di sé e fa ascoltare incantati il silenzio del fuori stagione.

AmoVentotene è quindi una rete di persone, informazioni ed emozioni per rimanere sempre connessi con questo piccolo mondo e rappresenta la volontà di approfondire e rendere virtuoso il legame con questo fragile pezzetto di terra in mezzo al mare.

Siete tutti chiamati a partecipare, seguendo e commentando le nostre storie, e raccontando le vostre nella sezione Isola del Cuore!

Foto: Alberto Guglielmi

Commenti

8 marzo 2014

Lino

sono un ventotenese..espatriato, sebbene non all’estero ma mi sono sentito sempre straniero fuori dalla mia isola. Mi emoziona sentire quanta ammirazione e quanto amore per quest’isola c’è in chi l’ha vissuta anche per poco. A queste persone vorrei raccontare l’isola della mia infanzia, quando io, noi bambini eravamo figli di tutti, quando il senso della comunità era la più grande caratterizzazione di ogni isolano, quando la vendemmia, la scogna, la semina si faceva tutti assieme aiutandosi vicendevolmente. Quando l’isola era frequentata non da molti ed il turismo era ancora sostenibile …potrei ancora dire molto ma aggiungo solo che nemmeno le lenticchie oggi sono come quelle …di una volta! l’isola però è sempre bella e l’azzurro del suo mare si confonde con il celeste del suo cielo. Mio zio, vecchio marinaio e innamorato della sua isola, uscendo dal coma, guardando gli occhi blu della dottoressa che lo visitava disse: “dottoressa sono contento che mi avete svegliato perché i vostri occhi blu mi ricordano il cielo ed il mare di ventotene” andate a ventotene anche a primavera ed in autunno e non solo d’estate se potete, perché quelle sono le stagioni in cui l’isola da incommensurabilmente di piu’.

20 aprile 2011

rita

isola speciale stupenda unica

20 febbraio 2011

bravissimi!
io vi aspetto sempre sui tetti di roma..

18 febbraio 2011

Maurizio Berti

Auguri

16 febbraio 2011

roberta

che dire……grazie a voi amare quest’isola è sempre più facile…

14 febbraio 2011

Come potrei iniziare le mie giornate senza le splendide foto di Ventotene che pubblicate ogni giorno su facebook?

14 febbraio 2011

maria maddalena dellarole

Isola in cui sono stata nell’ormai lontano 1993, ricca di natura incontaminata, di splendide spiagge, di reperti romani. Dove il colore dell’acqua del mare lascia senza fiato, tanto è limpida e verde! Io ci rimasi 45 giorni, tra giugno e luglio e fui affascinata dall’ospitalità naturalissima della gente, dalla coltivazione delle famose lenticchie, dall’isola di S. Stefano.
L’isola offre una grande varietà di attività e di gite ed escursioni.
Allora alloggiai in un grande appartamento lontano dal mare, ma venni a sapere che proprio sopra alla spiaggia dove andavo tutti i giorni, c’era un albergo bellissimo, dove di solito alloggiava Giovanni Spadolini.

Conto di tornare a Ventotene a breve, forse il prossimo anno, e di alloggiare proprio in quell’albergo sulla spiaggia e vicino alla piazzetta.

Ma il mio sogno nel cassetto è di prendere casa a Ventotene per vivere se non stabilmente, almeno per alcuni mesi all’anno.

VENTOTENE ASPETTAMI, ARRIVERO’ PRESTO!!!!!!!!!!!!!!!

Maria Maddalena Dellarole

14 febbraio 2011

Cristina

In bocca al lupo per questa nuova avventura!
Il sito è bellissimo, quasi come l’isola…

Utilizziamo cookie per darti la migliore esperienza sul nostro sito

Leggi di più OK