MENU
L’integralista

L’integralista

L’integralista è una persona di fede e come tale ha un solo credo: il suo è l’unico stile di vita degno di un vero amoventotense. E non è una questione di età, orientamento sessuale o religione. Semplicemente, “è”.

Nel momento in cui arriva sull’isola, chiunque lui sia e cosa faccia sul continente, l’integralista assume un codice comportamentale e di immagine inequivocabile e caratterizzante.

Ecco i tratti salienti che permettono di riconoscerlo:

  1. Per arrivare sull’isola esiste un solo mezzo di trasporto: il traghetto di linea, con la variabile, per il ritorno, dell’aliscafo (sempre di linea) dell’alba.
  2. Quando incrocia uno della sua stessa razza la parola d’ordine è: “Ah! E pure tu stai qua… E quanto stai?”. (Badate bene: è la domanda a fare l’integralista, non la risposta.)
  3. Le isole pontine sono… una: Ventotene. Perché si chiamino “pontine”, al plurale, non lo ha mai capito.
  4. Che siano pochi o innumerevoli gli anni da cui frequenta l’isola, quando è lì indossa una divisa, fatta sempre dagli stessi vestiti, perché lui/lei quelle cose le indossa solo quando è a Ventotene: lo stesso costume, la stessa maglietta, le stesse scarpe (quelli che ne fanno addirittura a meno sono ormai una specie protetta), lo stesso telo da mare.
  5. A cena, quando decide di andare fuori, sceglierà sempre e solo UN ristorante, perchè quello è l’unico che lui considera degno.
  6. Lo stesso vale per il caffè: si prende in un solo bar, anche se in questo caso, per indulgenza e pubbliche relazioni, ogni tanto si concede delle eccezioni (ma mai più di due a soggiorno sull’isola).
  7. L’alimentari a Ventotene è solo uno. Non è vero? Lui è pronto a giurarlo, e se ne hanno aperto un altro negli ultimi cinquant’anni lui non se ne è accorto.
  8. È pervaso generalmente da un sentimento nostalgico, cosa che non corrisponde necessariamente all’anzianità di militanza ventotenese: si può essere nostalgici anche solo con il sentito dire.
  9. Fuori stagione va a raccogliere gli asparagi selvatici, anche se spesso torna a mani vuote.
  10. Quando vede un pallone di Santa Candida non sa trattenere le lacrime.

P.S. Quest’anno l’integralista ha un nuovo argomento che lo tiene e lo terrà occupato: il rifacimento della piazza. Non è importante se gli piaccia o meno: l’importante è parlarne con un’estrema cognizione di causa, citando ricordi propri o sentiti ricordare, tesi di urbanistica, canoni estetici e chi più ne ha più ne parli.

Commenti

3 agosto 2011

Er Pirri

Uè Uè…quest’anno integralista al 100%, me so’ cadute le ciavattelle dal molo…scalzo per necessità!!!

7 giugno 2011

Fabio & Ivana

Questa è stata la nostra ‘prima volta’ allora scuserete la domanda.. Ma quando sono in tre mamma, papà e bambino ad andare a piedi nudi.. Chi è l’integralista?

24 maggio 2011

Laura

Vi siete dimenticati ” quando sei arrivato?”

22 maggio 2011

luisa

Tutti si commuovono al Pallone! Ma tu: da quanto stai?

21 maggio 2011

Paola

Tutto verissimoooooo!!!!!!!! ahahahaahahahahaahah!…..Pure tu stai qua, e quanto stai??????

17 maggio 2011

Dalla desscrizione sono una semi integralista, l’unica cosa spero che i lavori per la piazza non li facciano d’estate e soprattutto che sia una cosa carina che non stona con il carattere ”ruspante” dell’isola! ciao a presto!

7 maggio 2011

petra

scarpeeee?????? uooot???? che robba è???
al massimo massimo i primi giorni per fare la salita del gabbiano all’ora di pranzo.
E se quando vai via dall’isola (perchè ventotene è l’ISOLA: tra integralisti si dice ‘vado sull’isola’, non ‘vado a ventotene’, che è scontato! -questa l’aggiungerei come punto numero 11) non riesci a spengere le sigarette con la pianta dei piedi non sei nessuno!!
ps sull’isola le sigarette vanno poi rigorosamente RACCOLTE da terra, o buttate direttamente nel cestino, che forse è un attimo meglio che spengerle con i piedi ;)

6 maggio 2011

mariaclara

@natascia scusa ma cosa è Ponza?

6 maggio 2011

frank green

appartengo alla specie rara dei “piedi scalzi”….e incomincio a sentirmi dinosauro…io proporrei il divieto di calzature sull’isola…

6 maggio 2011

vivì

Quanto a quelli che preferiscono Ponza, in genere si fa un sorriso di circostanza accompagnato dalla frase: ” Eh sì, sono scuole di pensiero, un po’ come i Beatles e i Rolling Stones…”

Però ripensandoci, siccome sto anch’io a quota 7 su 10, forse sono un’integralista avanzata!

5 maggio 2011

Natascia

…aggiungerei un sottile disprezzo travestito da condiscendenza per quelli che vanno a Ponza

5 maggio 2011

Franca Ghelfi

E’ proprio così!!!! Fra poco ritorno , perchè ho già nostalgia!

5 maggio 2011

KRISTINA

Bellissimo!!!!ahahahahahahahah tutto verissimo!

5 maggio 2011

Andrea

ahahahahahahahahahaha verissimo!!!

5 maggio 2011

mariaclara

7 su 10 e non vi dico quali, vedrò di migliorare!

5 maggio 2011

vivì

P.S.: …e comunque, quando vedo un pallone di Santa Candida non so trattenere le lacrime.

5 maggio 2011

vivì

AIUTO!!! Il rifacimento della piazza?!? E come la faranno??? (Ok, ok, forse sono un’integralista, ma moderata!)

Utilizziamo cookie per darti la migliore esperienza sul nostro sito

Leggi di più OK