MENU

Una visita ai “Cinque Tomoli”

Descrizione Recensioni 2

Il 15 giugno 1772 arrivarono sull’isola, a bordo di una martegana, i primi coloni: 28 famiglie, questa data segna l’inizio della storia dei ventotenesi
I coloni ricevettero per ordine del Re, con dispacci del 1 giugno e del 4 luglio 1771, dalla cassa allodiale, 5 tommole di terreno boscoso per cadauno.

(“I Ventotenesi” di Filomena Gargiulo)

Cinque Tomoli era quindi, per i coloni arrivati, l’estensione del terreno – 1 tomolo sono circa 3.300 mq – che i Borboni avevano concesso alle famiglie che intendevano dedicarsi all’agricoltura per la loro sopravvivenza.
L’Azienda Agrituristica Cinque Tomoli, nata nel 2012, persegue lo stesso obiettivo di provvedere al bisogno primario dell’uomo, promuovendo le rotazioni e le consociazioni della biodiversitá isolana garantendo una ricca varietá di prodotti della terra.
Potrete quindi trovare tutti i prodotti dell’orto, frutto di un consapevole rifiuto della “monocoltura industriale” e della filosofia secondo la quale solo un equilibrato ecosistema basato sui naturali cicli della natura e dell’uomo può preservare la naturale fertilità del terreno.

L’azienda dispone di 3 ettari di terreno vulcanico e il cuore dell’attività si sviluppa nella bellissima campagna di Punta Pascone, dove sono ancora presenti due cantine ipogee: interamente ricavate nel tufo con i caratteristici palmenti, le grotte erano utilizzate da secoli per la vinificazione, il ristoro e il riparo dalle intemperie dei primi contadini.
L’isola a quel tempo era un giardino interamente coltivato e la produzione del vino e dei legumi garantiva l’autoconsumo e l’esportazione in terraferma.

Un luogo pieno di storia, a picco sul mare quasi a toccare Ponza, dove potrete attendere che un meraviglioso tramonto chiuda la giornata.

Il progetto Cinque Tomoli si pone quindi l’obiettivo di riportare in vita un antico – e quanto mai attuale – stile di vita: rispettare e godere di cio che la natura dona, offrendo a tutti la possibilitá di partecipare del benessere che lo stretto rapporto con la terra riesce a generare.

In collaborazione con il progetto Piana del Sciuscello, l’azienda promuove la creazione di una banca della biodiversitá isolana: lenticchie, fave, cicerchie, fagioli, piselli, cipolle, melanzane, pomodori, broccoletti, minestra nera, albicocche, prugne, fichi e limoni vengono coltivati con amore, nel rispetto della loro storia, per garantire anche alle future generazioni il consumo di autentici prodotti locali, parte integrante del patrimonio di Ventotene.

Potete acquistare le lenticchie Cinque Tomoli e tutti i prodotti dell’orto presso il supermercato Conad Itaca di Piazza Castello.

14 maggio 2013

Deanna

Se potessi vivere dei prodotti dell’azienda cinque tomoli … per l’aria, la terra, il sole di Ventotene… e l’amore che ci mette Mattia … camperei cent’anni in salute !!!!! Bellissima emozione !

10 aprile 2013

Mariolina Landolfi

Iniziativa da elogiare e da sostenere. Perché non si tenta anche di rimboschire l’isola?

Utilizziamo cookie per darti la migliore esperienza sul nostro sito

Leggi di più OK